MB
sabato, aprile 20, 2019
Guide

Da Consumer a Prosumer: l’evoluzione del consumatore

Il termine prosumer può avere significati diversi in base al contesto in cui viene utilizzato: in ambito commerciale si tende a vedere il prosumer (professional–consumer) come uno specifico segmento di mercato; in ambito economico, invece, con prosumer (producer–consumer) si identifica un individuo fortemente indipendente dall’economia classica.

In generale, ci si riferisce ad un utente con un ruolo più attivo nelle fasi di creazione, produzione, distribuzione e consumo di un prodotto.

Questo termine sottolinea la centralità dell’utente all’interno del processo d’acquisto; i consumatori non si limitano più ad acquistare il prodotto, ora sono degli attori che influenzano in modo determinante le scelte di marketing dei brand.

Il marketing non è più essere incentrato sul prodotto, ma sulle persone che lo consumeranno.

I brand hanno dovuto modificare la loro comunicazione e studiate dei modi per sfruttare a proprio vantaggio l’attivismo dei clienti, in uno scambio utile a entrambi e all’insegna di una nuova era del consumo.

La nuova comunicazione è caratterizzata in primo luogo dall’utilizzo dei social e dal coinvolgimento dei clienti nelle attività dei brand, ecco qualche esempio:

Winner Taco

Il Winner Taco è un gelato lanciato da Algida negli anni Novanta e ritirato poi qualche anno dopo. Nel 2011 due ragazzi hanno aperto la pagina Facebook Ridateci il Winner Taco; la pagina ha accumulato sempre più fan, che hanno iniziato a “interferire” con la pagina ufficiale Algida. Il fenomeno è diventato di tale portata che Algida non l’ha più potuto ignorare.

Risultato? Il gelato è stato reintrodotto nel mercato.

Mulino Bianco

Il famosissimo brand ha creato Nel Mulino che Vorrei, un sito in cui i clienti possono proporre le loro idee e votare quelle degli altri. Ad accompagnare l’iniziativa, una ricca offerta di concorsi a premio con cui invogliare ancora di più gli utenti a partecipare.